Ultimo aggiornamento : 14 Lug 2021, 9:00

In treno con FIDO

15 Dic 2017, 17:19 | Animali Attualità Cani Gatti REanimali | Scritto da : Alice Ravazzini

In treno con FIDO

Viaggi di Natale: anche i cani e i gatti salgono in carrozza

Sempre più italiani utilizzano il treno come mezzo di spostamento, soprattutto all’interno della Penisola. L’alta velocità in questo caso aiuta con tariffe particolari anche durante le feste di Natale.

 

I NUMERI

Secondo i dati forniti da Trenitalia all’agenzia Adnkronos, da inizio anno sono stati saliti sulle Frecce e sui treni Intercity di Trenitalia, sia di notte che di giorno, oltre 220mila fra cani, gatti e altri animali domestici. E tra Natale e la fine dell’anno è previsto un nuovo aumento di passeggeri pelosi, tanto che secondo le stime parlano di oltre 250 mila in un solo anno.

Trenitalia, già ad agosto scorso aveva lanciato una singolare iniziativa proponendo a un prezzo simbolico di 5 euro i biglietti per i 4 zampe. Per le feste natalizie, invece, almeno per il momento, nessuna promozione specifica in vista e il costo varia in base alla destinazione. Ma se anche voi siete tra coloro che viaggeranno in questi giorni con i 4 zampe, sappiate che ci sono delle regole da seguire.

 

LE REGOLE

I cani di piccola taglia, i gatti e gli altri piccoli animali domestici da compagnia (custoditi nell’apposito trasportino) sono ammessi gratuitamente nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni e nei livelli di servizio Executive, Business, Premium e Standard. Attenzione, però, è ammesso un solo contenitore per ciascun viaggiatore. Per il trasporto di un cane più grande, invece, è necessario acquistare, contestualmente al biglietto dell’accompagnatore (di qualsiasi tipologia), un biglietto di seconda classe o livello standard al prezzo previsto per il treno utilizzato ridotto del 50%. Ovviamente, esclusi i cane guida, per tutti gli esemplari è necessario avere il certificato di iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario (o, per i cani dei cittadini stranieri, il “passaporto del cane” in sostituzione di entrambi i documenti) da esibire al personale di bordo. Se si viene trovati sprovvisti, si è soggetti a una multa e si deve scendere alla prima fermata.


Lascia un commento