Ultimo aggiornamento : 19 Set 2022, 12:15

TERREMOTO: Reggio si mobilita per il centro Italia

26 Ago 2016, 17:21 | Attualità News | Scritto da : Reporter

TERREMOTO: Reggio si mobilita per il centro Italia

Già centinaia i volontari e i tecnici partiti dalla nostra città alla volta di Amatrice

Ancora una volta, Reggio Emilia è in prima linea nel portare soccorso e sollievo a popolazioni colpite da calamità naturali. In questo caso, a finire in ginocchio sono state le popolazione di tre comuni del centro Italia: Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto. Poche ore dopo il terremoto che alle 3.34 del 24 aprile ha causato centinaia di morti, migliaia di feriti e sfollati, i primi mezzi della nostra Protezione erano già sulla strada diretti nelle zone colpite dal sisma.
A coordinare i volontari la Protezione civile guidata da Federica Manenti che ha inviato sul posto anche geologi ed esperti.
Insieme alla Regione Emilia Romagna si è deciso di allestire una tendopoli a Montegallo (AP) in grado di ospitare circa 250 persone con cucine da campo, una tensostruttura e altri servizi per la prima emergenza.
Un camion con gru da 50 quintali e un carrello elevatore Manitou sono già partiti per il reatino. Anche i Vigili del fuoco si sono prontamente messi a disposizione con le unità cinofile.
Tutti i sindaci della provincia stanno inviando sui luoghi del terremoto task force composte da agenti di polizia municipale e tecnici, geometri e ingegneri in grado di valutare i danni alle abitazioni colpite.
Anche il mondo dello sport non è indifferente con la Reggiana Calcio in prima linea insieme ai suoi tifosi con una raccolta fondi intrapresa da Gruppo Vandelli e Teste Quadre.
Per chi volesse aiutare anche da Reggio è possibile contribuire alla raccolta di fondi pubblici e privati avviata anche in occasione di questa emergenza dalla Provincia  attraverso l’apposito c/c bancario attivo presso la filiale Unicredit di via Emilia Santo Stefano 18/e (IT 12 I 02008 12800 000100658213; nella causale è necessario indicare “Terremoto Centro Italia 2016”).