Page 3 - 2019_02_08
P. 3

          www.reporter.it - mail: annunci@reporter.it Reggio Emilia
3
                                  CULTURA & SPETTACOLI
Paghiamo ogni anno 863 euro (contro una media nazionale di 762 euro)
ATTUALITÀ REGGIO & DINTORNI
SPORT
                 TARTASSATI:
in Emilia il GAS è più “salato”
Quanto hanno speso nel 2018 le famiglie italiane per pagare le bollette di luce e gas? Molto: in media circa 1.200 euro. A fare qualche calcolo ha pensato l’Osservatorio sull’energia di “Facile.it” che, analizzando un campione di oltre 63mila contratti raccolti nel corso del 2018, ha po- tuto stimare con buona precisione il peso che hanno le bollette sui budget dei consumatori italiani. Nello specifico, per l’energia
elettrica una famiglia media itali- ana lo scorso anno ha pagato 417 euro, mentre per il gas ha speso 762 euro.
Essendo la tariffa dell’energia elettrica nel mercato tutelato uguale in tutta la Penisola, la dif- ferenza dell’importo totale della bolletta tra una regione e l’altra è legata in modo diretto al consumo di KWh annuo per nucleo. Analiz- zando i contratti raccolti nel 2018 da Facile.it emerge che la regione
con i valori più alti di consumo (e quindi i costi maggiori in bol- letta) risulta essere la Sardegna; nell’Isola una famiglia media con- suma 2.334 KWh e paga, sotto regime tutelato, 502 euro l’anno. Seguono in classifica le famiglie del Veneto, con un consumo di 2.134 KWh e una bolletta annua di 460 euro e quelle della Sicilia, dove il consumo medio è di 2.079 KWh e il costo della bolletta elettrica pari a 448 euro l’anno.
 Regione
  Costo annuo bolletta elettrica per famiglia tipo
(2018)
  Costo annuo bolletta gas per famiglia tipo (2018)
 ABRUZZO
  € 394
  € 801
 BASILICATA
   € 400
   € 745
   CALABRIA
 € 402
 € 653
 CAMPANIA
   € 436
   € 679
   EMILIA ROMAGNA
 € 433
 € 863
 FRIULI VENEZIA GIULIA
   € 443
   € 830
   LAZIO
 € 440
 € 716
 LIGURIA
   € 380
   € 617
   LOMBARDIA
 € 417
 € 770
 MARCHE
   € 416
   € 822
   MOLISE
 nd
 nd
 PIEMONTE
   € 402
   € 812
   PUGLIA
 € 425
 € 725
 SARDEGNA
  € 502
  -
 SICILIA
   € 448
   € 670
   TOSCANA
 € 378
 € 816
 TRENTO ALTO ADIGE
  nd
  nd
 UMBRIA
   € 400
   € 733
   VALLE D’AOSTA
 nd
 nd
 VENETO
   € 460
   € 841
   ITALIA
  € 417
  € 762
   CODEMONDO: ATTIVATO L’AUTOVELOX LUNGO VIA TEGGI
* Per il calcolo della bolletta elettrica è stata considerata una famiglia media italiana composta da 2,7 individui, con un consumo annuo di 1.924 KWh in fascia monoraria e in mercato tutelato, potenza 3kW. Per la bolletta del gas, stessa famiglia media italiana con un consumo annuo di 865 Scm in regime tutelato.
** Metodologia: n. 1.023 interviste CAWI con individui in età 18 anni ed oltre su un campione rappresentativo della popolazione italiana adulta in età 18-74 anni + n.411 interviste CAWI ad un campione di individui in età compresa fra 18 e 74 anni, rappresentativo della popolazione dellarea metropolitana di Milano. Indagine condotta a novembre 2018.
 E’ stato attivato lo scorso 6 febbraio un nuovo autovelox fisso che controllerà la velocità dei mezzi che percorrono via Carlo Teggi, la provinciale per Cavriago, posizionato tra l’usci- ta dall’abitato di Codemondo e il ponte sul Modolena in prossi- mità di Roncina.
L’occhio elettronico registrerà tutte le targhe dei mezzi che su- pereranno il limite di velocità di 70 chilometri orari. L’impianto, installato sulla carreggiata di destra per chi procede verso la città, è dotato di telecamere bidirezionali con visione not- turna, posizionate a circa 300 metri l’una dall’altra. Tale stru- mentazione renderà possibile monitorare, anche di notte, en- trambe le corsie di marcia di via Carlo Teggi, una strada già te- atro di incidenti, anche mortali, spesso provocati dell’eccessiva
velocità.
Il rilievo della velocità sarà effet- tuato con un breve filmato da cui l’agente di Polizia locale, incaricato del monitoraggio, grazie a un pro- gramma completamente automa- tizzato che non permette manipo- lazioni umane, estrapolerà alcuni fotogrammi. Le foto con la traccia della velocità del mezzo rimarran- no poi allegate agli atti del verbale e saranno consultabili dai cittadini sia online, attraverso un link che nei prossimi giorni sarà collegato
al sito della Polizia locale di Reggio Emilia, sia attraverso la procedura di accesso agli atti. La strumen- tazione, collaudata e debitamente revisionata, è provvista dei sigilli di legge anti-manomissione.
Le sanzioni vanno dai 42 euro (su- peramento limiti entro 10 Km/h) ai 3.398 euro (superamento oltre i 60 Km/h), oltre alla graduale decurta- zione dei punti sulla patente.
La tolleranza, cioè il margine di errore dello strumento, è fissata dalla legge. Per velocità accertate
inferiori ai 100 chilometri orari si sottraggono semplicemente 5 chilometri orari. Se invece la verbalizzazione viene effettuata su mezzi che hanno superato i 100 chilometri orari, la velocità viene determinata sottraendo il 5% al valore registrato dalla telecamera. L’ammontare del verbale subirà un maggiorazio- ne, se il superamento dei limiti avverrà nella fascia notturna, cioè compresa tra le ore 22 alle 7 del giorno seguente.
Le sanzioni saranno spedite al proprietario del mezzo o all’obbligato in solido, che do- vrà accollarsi anche le spese di notifica del verbale. Nel caso in cui l’articolo del Codice della strada contestato all’interno del verbale preveda la decurtazione di punti dalla patente, il proprie- tario del mezzo dovrà anche comunicare i dati della persona alla guida.
  Sul fronte opposto, invece, le regioni dove sono stati stimati i consumi di energia mediamente più bassi per famiglia sono la Tos- cana (1.727 KWh e una bolletta di 378 euro), la Liguria (1.736 KWh e un costo annuo di 380 euro) e l’Abruzzo (1.824 KWh, spesa an- nua 394 euro).
La tariffa del gas nel mercato tu- telato, a differenza di quanto av- viene per l’energia elettrica, varia a seconda delle aree del Paese. È proprio la tariffa base che, in- sieme al consumo di gas per nu- cleo, contribuisce a determinare le differenze territoriali del costo
della bolletta.
Dall’analisi dei contratti emerge che i cittadini che nel 2018 han- no pagato il conto più alto sono quelli dell’Emilia-Romagna; qui una famiglia media spende 863 euro l’anno. Seguono le famiglie del Veneto (841 euro l’anno) e quelle del Friuli-Venezia Giulia (830 euro).
Guardando la graduatoria nel sen- so opposto, invece, si trovano la Liguria, regione dove una famiglia media paga solo 617 euro l’anno e la Calabria, dove il costo della bolletta è pari a 653 euro l’anno per nucleo familiare.
 


   1   2   3   4   5