Ultimo aggiornamento : 26 Lug 2019, 7:00

Via Rivers, arriva MICHAEL DIXON

15 Feb 2019, 18:00 | Attualità News Sport | Scritto da : Reporter

Via Rivers, arriva MICHAEL DIXON

Ancora cambi nel roster della Grissin Bon: ecco il nuovo play

Sta per nascere la Grissin Bon 3.0, la terza versione di una squadra alla disperata ricerca dei punti salvezza nelle ultime undici giornate di campionato. Dopo l’addio di KC Rivers, accasatosi in Serbia alla corte della Stella Rossa, ecco l’ingaggio fino al termine della stagione di Michael Andre Dixon Jr.

Play/guardia statunitense, con passaporto georgiano, di 186 centimetri, 28 anni compiuti il 1 dicembre scorso, Dixon ha iniziato la stagione in Israele nelle fila del Bnei Herzliya, concludendo la sua esperienza con 12 punti, 4.3 assist, 1.7 rubate a partita con il 41% da 2, il 41% da 3 ed il 90% ai liberi.

Nella sua carriera ha vestito anche le maglie di Bahcesehir in Turchia, Strasburgo in Francia, AEK Atene in Grecia, Nymburk in Repubblica Ceca oltre a quelle di Dzukija e Pieno in Lituania.

Uscito dal college di Memphis nel 2014, Dixon ha anche ottenuto nel 2016 il passaporto georgiano, disputando così Eurobasket 2017, chiuso con 13.8 punti e 5.2 assist di media a partita, con un high di 29 punti proprio contro l’Italia.

“Confrontandoci con il nuovo coach Stefano Pillastrini, abbiamo voluto inserire in organico un esterno che avesse caratteristiche differenti, ma compatibili con quelli già presenti in rosa – queste le parole del direttore sportivo Alessandro Frosini – Dixon è un play/guardia di personalità che può essere pericoloso sia con il suo talento individuale che mettendo in ritmo i compagni. Siamo fiduciosi che il suo innesto ci possa aiutare a raggiungere l’obiettivo della salvezza”.

“Sono davvero felice di poter scrivere una nuova pagina della mia carriera in Italia alla Pallacanestro Reggiana – ha dichiarato Dixon – non vedo l’ora di mostrare ai tifosi biancorossi tutta la mia energia, la mia passione per questo sport e farò di tutto per aiutare la squadra a salvarsi, che ovviamente è l’unica cosa che conta”.


Lascia un commento