Ultimo aggiornamento : 7 Dic 2018, 9:57

Scandianesi PROMOSSI in “Differenziata”

12 Mar 2018, 17:05 | Ecologia | Scritto da : RWS

Scandianesi PROMOSSI in “Differenziata”

L’assessore Ferri: “Numeri molto positivi dai primi tre mesi del meccanismo premiante”

 

 

 

Quasi 4.000 conferimenti di materiali (2.000 tonnellate), per i quali sono stati erogati 3,8 milioni di punti, pari a 11.500 euro di sconto sulla Tari: sono i dati 2017 della “raccolta premiata Scandiano, forniti da Iren. Dati riguardanti i due centri di raccolta comunali (via Sacchi e via Borsellino) dal 17 luglio, quando è cominciato il nuovo sistema, fino al 30 dicembre, e solo le utenze domestiche.

“Sono numeri molto positivi – commenta l’assessore all’Ambiente Marco Ferri – che confermano la validità̀ del meccanismo premiante, evidenziando il diffuso senso civico e incoraggiando l’Amministrazione su questa strada. E i materiali più̀ conferiti e premiati sono stati i cosiddetti Raee (apparecchi elettrici ed elettronici), batterie e oli, che sono tra i rifiuti più̀ inquinanti e su cui abbiamo speso la maggiore attenzione”.

In meno di sei mesi, e considerate le giornate di chiusura domenicale e festiva dei due centri, la media è stata di circa trenta conferimenti quotidiani, per 27.800 punti, equivalenti a 83 euro. Questi i materiali più̀ ricorrenti (“conferimento è il numero di volte, non di pezzi): 1.290 conferimenti di Raee (20,7 tonnellate complessive), 388 di olio vegetale (2,2 tonnellate), 375 di monitor e tv con tubo catodico (22 tonnellate), 259 di rifiuti ingombranti (308 tonnellate) e 195 di “grandi bianchi ossia elettrodomestici voluminosi come frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie (38 tonnellate). Per partecipare alla raccolta premiante, valida per utenze domestiche con contratto attivo nel comune e in regola con i pagamenti, va presentata la tessera sanitaria dell’intestatario quando si conferiscono i rifiuti al centro di raccolta: così si accumulano punti che danno diritto a un sconto sulla bolletta Tari dell’anno seguente (fino al 30% della quota variabile).

In complesso, nel 2017 sono arrivate nei due centri oltre 5.000 tonnellate di rifiuti domestici (4.127 in via Sacchi e 956 ad Arceto): a dimostrazione, sottolinea Ferri – della “loro intensa attività̀, che l’Amministrazione intende sostenere e potenziare, già̀ da quest’anno, con un incremento del personale in servizio; una migliore logistica e orari più̀ ampi saranno i prossimi obiettivi. Già da un mese la nona è inoltre video- sorvegliata, per combattere l’abbandono abusivo di rifiuti”.


Lascia un commento