Ultimo aggiornamento : 19 Gen 2023, 15:26

Ora si “strumentalizzano” persino i bambini

18 Gen 2023, 15:09 | News | Scritto da : Reporter

Ora si “strumentalizzano” persino i bambini

“Quando nasce un bebè”: un post del Comune che non fa bene a nessuno

 

Un ritratto di famiglia con due uomini che giocano insieme ad un bambino per annunciare un incontro sulla genitorialità con le parole: “Quando nasce un bebè”.

La domanda che sorge spontanea riguardo a questo post pubblicato sui social del Centro per le Famiglie di Reggio Emilia molto semplice: “Perché?”.

Perché spingere l’acceleratore su un tema sicuramente importante e delicato come l’adozione e la crescita dei figli nelle coppie omosessuali con questo tipo di approccio ben consapevoli che altro non si possa ottenere che risposte e reazioni divisive da una collettività (destra, sinistra, centro non contano nulla in questo caso) non ancora matura per ragionare con razionalità e umanità su questo tema.

Ci viene in mente viene una sola possibile risposta: e cioè, che si sia voluto coscientemente strumentalizzare tutta la situazione per creare il solito teatrino dei “buoni” e “cattivi” potendo così affibbiare l’etichetta di retrogrado conservatore a chi si ostina a pensare che un bimbo debba avere un padre e una madre (anzi, per usare le parole del Comune, che un bimbo debba “nascere” da una donna).

Oltretutto, l’incontro pubblicizzato sulle pagine Fb e Ig del Centro Famiglie, è rivolto in modo generico a neomamme e neopapà di bimbi 0-3 anni senza specificare orientamento sessuale dei genitori. Fatte 100 coppie con figli, a Reggio e provincia, ipotizziamo stando larghi in base alle recenti statistiche un massimo di 2 o 3 coppie omosessuali.

E allora, perché questa foto? E quel “quando nasce un bebè” che a noi sembra persino ironico e irrisorio nei confronti delle coppie omosessuali?

Ci piacerebbe avere una risposta (redazione@reporter.it) dalla responsabile del Centro (la dirigente del Comune Lorenza Benedetti) o meglio dal suo assessore di riferimento, quel Daniele Marchi da più parti indicato come prossimo candidato sindaco, in area cattolica, per il Partito Democratico. Se è coerente, quando nel 2024 busserà alle parrocchie reggiane per chiedere i voti dei cattolici porterà con sé questa locandina. Lo farà?


Lascia un commento