Ultimo aggiornamento : 7 Dic 2018, 9:57

Olbia o Bolzano? Delrio sceglie il collegio in cui candidarsi

12 Gen 2018, 17:13 | Attualità Politica | Scritto da : RWS

Olbia o Bolzano? Delrio sceglie il collegio in cui candidarsi

L’ex sindaco cerca voti lontano da Reggio. In corsa per un seggio anche altri sei “dem” reggiani

 

 

Olbia e Bolzano. Saranno questi i collegi, rispettivamente proporzionale e uninominale, in cui l’ex sindaco di Reggio Graziano Delrio si presenterà (per la prima volta nella sua carriera) all’appuntamento con le urne nazionali. La scelta di non candidarsi a Reggio sembra dovuta non tanto a ragioni di opportunità (qualcuno sostiene che visto il suo governo della città negli 8 anni da sindaco avrebbe raccolto pochi voti..), ma di equilibrio tattico-strategico all’interno del Partito Democratico. Sardegna e Alto Adige, quindi. Guarda le caso le due regioni più “coccolate” di recente dal Ministro dei Trasporti. Ad Olbia, oltretutto, l’ex sindaco è di casa visto che trascorre abitualmente le proprie vacanze estive a Porto Istana. Entro il 28 gennaio, termine ultimo per la presentazione di liste e candidature, se ne sarà di più. Tra i reggiani del Partito Democratico a caccia di poltrone ci sono anche l’attuale segretario provinciale Andrea Costa (evidentemente premiato per il buon lavoro fatto dal partito a Reggio e provincia) e la consigliera regionale Roberta Mori. Saluteranno Roma dopo anni di “servizio” la senatrice Leana Pignedoli e l’onorevole Maino Marchi. Verso la riconferma invece la renziana Vanna Iori, apprezzata per il contributo fornito alle nuove normative in materia di educazione e scuola, e gli anti-renziani Paolo Gandolfi e Antonella Incerti. A controbilanciare il peso renziano dei candidati reggiani ci dovrebbe poi essere Andrea Rossi del quale però si ignora ancora la destinazione di collegio. Strana parabola politica quella di Rossi. Nato come bersaniano di ferro, non ha esitato un attimo a cambiare cavallo in corsa quando lo stellone di Renzi era al suo massimo fulgore. Ora che le cose per il buon Matteo sembrano volgere al peggio, non è da escludere, secondo i bene informati, un ritorno di fiamma tra l’ex sindaco di Casalgrande e la sinistra del partito. Promosso nella segreteria nazionale per i meriti acquisiti sul campo in anni di organizzazione di feste dell’Unità, Rossi dovrebbe essere quindi il quinto esponente dem reggiano sicuro di approdare sugli scranni di Montecitorio. Ancora pochi giorni di attesa e, relativa, suspence e tutti i nodi verranno al pettine.


Lascia un commento