Aggiornato : 20 Ago 2018 11:49

MOSCHEA di Casalgrande, l’imbarazzo del sindaco

15 Mag 2018 | Attualità | Scritto da : RWS

MOSCHEA di Casalgrande, l’imbarazzo del sindaco

Vaccari tranquillizza (ma non convince) i cittadini di Veggi. Parroco, Lega e Idv lo attaccano

 

Non si placano a Casalgrande le polemiche per ventilata possibilità di realizzare una moschea in località Veggia.

Il sindaco Alberto Vaccari ha presenziato nei giorni scorsi ad un’affollata assemblea pubblica promossa nella frazione cercando di spiegare lo stato dei fatti rassicurando i suoi cittadini ed elettori sul fatto che ad oggi non c’è nulla di deciso.

Ma sulla questione si susseguono le polemiche.

Dopo le perplessità avanzate dal parroco di S.Antonino don Carlo Taglini, ora è la Lega a metterci il carico da 11 attraverso il responsabile provinciale Sicurezza e Immigrazione Matteo Melato: “Le risposte del sindaco Vaccari sono state del tutto insoddisfacenti e non hanno per nulla placato e tranquillizzato i cittadini. Le sue argomentazioni politicamente superficiali non hanno visto una presa di posizione netta contro la creazione di questo centro islamico dimostrando, ancora una volta, quanto il PD non sia contrario alla sua creazione come già dichiarato insieme al Movimento 5 Stelle. Il progetto, di fatto, è già bocciato dalla cittadinanza che all’assemblea si è presentata in massa preoccupata per i risvolti sociali, ma non solo, che l’insediamento di un centro islamico può provocare. Il sindaco si dovrebbe ricordare che è stato eletto dai cittadini che risiedono nel territorio quindi, in primis, dovrebbe pensare a tutelare gli interessi dei propri concittadini anziché tergiversare sostenendo che il progetto non è ancora stato presentato e che avrà tempi lunghi ma mai sostenendo che lui si opporrà con tutti i propri mezzi. Le voci che si susseguono sono chiare e lo dimostrano le testimonianze dei cittadini che raccontano di lavori continui all’interno dell’ex macello”.

Anche Giuliano Spaggiari dell’Italia dei Valori protesta.

“La costruzione di un centro islamico che significa inevitabile moschea, insieme a scuola islamica, sale di ritrovo per eventi sociali, appartamenti di abitazione, creerà un ghetto sicuramente prodromo alla islamizzazione forzata di una piccola frazione in cui gli abitanti originari sceglieranno di andarsene. La popolazione di Veggia è oggi di 1.200 abitanti, con una presenza di 200 stranieri, pari a una percentuale del 20% superiore del doppio alla media comunale che è dell’8,5% di stranieri. Se si vuole favorire una integrazione fra residenti e stranieri occorre che questi ultimi non formino dei ghetti, ma si distribuiscano in modo armonioso su tutto il territorio comunale. Al già elevato numero di musulmani residenti, vogliamo ora aggiungere un centro islamico a Veggia?”.


Lascia un commento