Ultimo aggiornamento : 25 Lug 2022, 10:24

Ma il Comune investe sulla Mediopadana

20 Mar 2015, 16:49 | Attualità News Politica | Scritto da : webrep

Ma il Comune investe sulla Mediopadana

Vecchi: “Siamo sensibili all’Expo: ecco altri 220 parcheggi e la tabaccheria”

All’indomani dell’apertura dell’Infopoint dedicato a Reggio Emilia per Expo Milano 2015 negli spazi della stazione ferroviaria Mediopadana, nuove azioni sono volte a migliorare la fruibilità dello scalo ferroviario, unica fermata in linea tra Milano e Bologna, che collega Reggio al capoluogo lombardo in circa 45 minuti. Con la realizzazione di 220 posti auto, entro la primavera 2015 sale a 820 posti auto la dotazione, prodotta dal Comune di Reggio Emilia, dell’area di sosta a servizio della stazione ferroviaria Reggio Emilia Mediopadana. Il trasporto pubblico urbano inoltre, come programmato dall’Agenzia per la Mobilità, raddoppia con la nuova fermata della linea urbana 9, che si aggiunge alla linea bus 5, moltiplicando le frequenze dei mezzi pubblici su gomma. Inoltre, per la linea urbana 9 viene istituito il capolinea nell’area antistante la stazione, perciò i mezzi pubblici della linea 9 avranno un tempo di sosta più lungo rispetto a quello di una fermata ordinaria lungo il percorso, con una conseguente migliore fruibilità da parte dei viaggiatori in arrivo alla Mediopadana. “Con queste azioni potenziamo in maniera strutturale i servizi per coloro che utilizzano la stazione Mediopadana e nello stesso tempo risolviamo alcune criticità emerse in tempi recenti – ha detto il sindaco Vecchi – Certamente abbiamo una particolare sensibilità verso Expo Milano 2015, rispetto alla quale la stazione Mediopadana di Reggio Emilia si pone come una delle più importanti ‘porte di accesso’ ma, tengo a sottolineare, si tratta di interventi di valorizzazione della stazione necessari non solo per i sei mesi dell’Expo, bensì destinati a migliorare strutturalmente e stabilmente la fruibilità dello scalo negli anni a venire”. “Diamo in sostanza un’accelerazione nella dotazione di servizi – ha proseguito il sindaco – che va di pari passo con il notevole incremento dell’uso della stazione: in un anno e mezzo, la Mediopadana ha raggiunto, si stima, la soglia dei circa 2.000 utenti in media al giorno, con un balzo che era previsto nell’arco di 4-5 anni, con il conseguente sostanziale raddoppio dell’offerta di collegamenti ferroviari. Si era partiti con 400 posti auto, e c’era chi diceva che le risorse per realizzarli erano soldi buttati al vento. Ebbene oggi, con questo ulteriore incremento del 30% di stalli per la sosta, raggiungiamo i 820 posti auto”. Il sindaco ha poi sottolineato che una tariffazione della sosta verrà introdotta solo dopo la conclusione dell’Esposizione Universale e ha aggiunto che “è nostro obiettivo migliorare ulteriormente la vivibilità della stazione facendone, già dalla prossima estate, un luogo attrattore di eventi, affinché sia non solo luogo di passaggio, ma anche di incontro, relazione, un luogo della comunità”. Infine, entro maggio sono previsti da parte di Ferrovie dello Stato italiane le attivazioni dei due nuovi ascensori e di altre due scale mobili in dotazione alla stazione, e l’apertura della tabaccheria-edicola nei locali dello stesso scalo ferroviario.