Ultimo aggiornamento : 12 Mar 2024, 10:00

Lucarelli racconta i MISTERI dei castelli emiliani

13 Apr 2023, 9:52 | News | Scritto da : Reporter

Lucarelli racconta i MISTERI dei castelli emiliani

Una puntata del podcast dedicata al “fantasma” del Bianello

 

C’è anche un castello reggiano, il Bianello di Quattro Castella, tra i manieri protagonisti di “Giallo in Castello”, il nuovo podcast ideato dallo scrittore Carlo Lucarelli disponibile sulle principali piattaforme (Spreaker, Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, Amazon Music, iHeart Radio) e sui canali social del turismo della Regione Emilia Romagna e del Circuito dei castelli (www.travelemiliaromagna.it).

In tutto dieci puntate sui misteri, congiure, delitti a corte nei manieri d’Emilia-Romagna, fruibili anche offline e con cadenza settimanale.

Come se fossero tanti gialli, Lucarelli racconta le storie misteriose che si sono consumate fra le stanze segrete dei manieri dell’Emilia-Romagna. E lo fa in una luce nuova e insolita, capace di tenere alta la tensione dall’inizio alla fine, dalla vita incredibile del Conte di Cagliostro alla maledizione degli Estensi, dagli inaspettati prigionieri e fuggiaschi delle prigioni dei Bentivoglio fino al Governatore del Frignano alle prese con uno stregone, passando per le tante figure femminili (Margherita dei Conti di Castrocaro, Giacoma Pallavicino del Castello di Scipione, Matilde di Canossa e sua madre Beatrice di Lorena) che hanno governato, dai castelli, i territori dell’Emilia-Romagna e non solo.

Non si narrano i castelli concentrandosi solo su fantasmi e leggende, (che in ogni caso non mancano), bensì investigando protagonisti reali di avvenimenti drammatici e documenti storici.

Relativamente al Bianello, nella puntata dedicata, Lucarelli ricorda che quello di Quattro Castella è il luogo in cui Matilde di Canossa ha trascorso più tempo durante la sua vita. E se ci stesse vivendo ancora? Era il 2012, infatti, quando attorno alle 20 di una domenica di luglio, una turista di Parma scattò delle foto. Il giorno, scaricandole sul pc, vide che nello specchio era riflesso il profilo di una donna con lo chignon in testa, mentre nella parte scura sembrava nascosto un uomo che la stava spiando. Paura, eh?!?


Lascia un commento