Ultimo aggiornamento : 1 Feb 2023, 12:18

L’esperto: “Nulla di straordinario”

12 Gen 2017, 16:05 | Attualità News | Scritto da : Reporter

L’esperto: “Nulla di straordinario”

Per Luca Lombroso “valori inferiori alla norma ma lontani dai picchi degli anni Settanta”

Fa freddo certo. Ma non drammatizziamo. Nell’era del social-network-ismo imperante si tende ad enfatizzare situazioni spesso non eccezionali. Anche riguardo al meteo.
“Fa senz’altro freddo, con valori – spiega il meteorologo Luca Lombroso – di circa 4°C inferiori alla norma in città. Siamo, però, ben lontano dal record storico del 1985. Del resto non occorre andare molto indietro negli annali e archivi meteo per trovare ondate di gelo più intense di questa nella nostra zona e generalmente per l’Emilia Romagna”.
L’ultimo episodio fu durante il “nevone” del febbraio 2012, col termometro sceso a -9.3°C in città.
“Nulla di straordinario –  rassicura Lombroso – Solamente un periodo di freddo inteso, certo anomalo, ma ben distante dai record non solo storici ma anche recenti e che rientra nel quadro di quel che ci si attende nelle irruzioni di freddo invernale. Semmai possiamo riscontrare un’opposta anomalia, la mancanza di freddo intenso, negli ultimi anni, nel mese di gennaio. Inoltre quello che oggi è diventato l’eccezione, periodi freddi intensi e prolungati, era la norma praticamente tutti gli inverni fino agli anni 1970, e in parte anche durante gli anni 1980. L’altra, vera anomalia della situazione fredda in corso, e in genere dell’inverno 2016/17, è la scarsità di precipitazioni. Sostanzialmente assenti le nevicate, a parte gli sporadici fiocchi di martedì 10 gennaio, che non hanno lasciato traccia al suolo e non verranno quindi nemmeno ricordati negli annali meteo”.
L’ultima, e praticamente unica, precipitazione durante l’inverno risale al 20 dicembre, 14.5 mm di pioggia e 19,3 mm complessivi nel mese. Pluviometri completamente inattivi nel corso di questo primo scorcio di gennaio.

 


Lascia un commento