Ultimo aggiornamento : 15 Ott 2021, 8:25

IL MISTERIOSO “FEELING” TRA CONTE E LA SINISTRA

8 Lug 2021, 14:19 | Attualità News Politica | Scritto da : Reporter

IL MISTERIOSO “FEELING” TRA CONTE E LA SINISTRA

Non è mai stato candidato. Non è mai stato eletto o votato da nessuno. Gioca a tennis con la scorta pur non rivestendo più alcun ruolo istituzionale.
È il simbolo, se ce n’è uno, dell’attaccamento al potere e alla poltrona oltre ogni minimo senso del pudore. Si forma negli ambienti dell’alta borghesia cattolica diventando un “protetto” dalle parti del Vaticano.
Si affida per la comunicazione a un ex concorrente del Grande Fratello.
È salito al Governo solo grazie al tandem Grillo-Salvini.
Ora, mettete tutto ciò in un immaginario frullatore ideologico e shakerate con il sostegno del popolo di Facebook, dei Travaglio, degli Scanzi, dei Mentana e tutto lo schieramento del “politicamente corretto” di sinistra.
Da tutto ciò esce lo strano incontro di affinità “elettive” (o meglio “non elettive”) tra l’ex premier Giuseppe Conte e il mondo della sinistra italiana.
Un amore viscerale che davvero si fa fatica a comprendere.
Eppure Conte lo vediamo immortalato in fotografie abbracciato ad un redivivo Pierluigi Bersani.
Lo stesso Romano Prodi non ha mai nascosto simpatie per il “miracolato” avvocato pugliese che persino l’ex segretario del Pd Nicola Zingaretti voleva come candidato premier del centro-sinistra.
Un “feeling” che non ha base e fondamento razionale. Un amore nato esclusivamente sui social e a livello mediatico.
Un fenomeno che più “di destra” non si può.
Ecco come si è ridotta la sinistra italiana.
Da Gramsci e Berlinguer a Giuseppe Conte. Amen.


Lascia un commento