Aggiornato : 26 Mag 2018 15:49

Il grande giorno del SEI NAZIONI

3 Feb 2018 - Attualità News Sport

Il grande giorno del SEI NAZIONI

Domenica 4 febbraio Reggio ospita l’incontro tra le nazionali femminili di Italia e Inghilterra

Domenica 4 febbraio 2018 è una data destinata a restare nella storia sportiva di Reggio Emilia che, per la prima volta, ospiterà una partita del Sei Nazioni femminile di rugby. Alle 18.30, preceduto dallo spettacolo degli sbandieratori della Maestà della Battaglia di Quattro Castella, inizierà infatti Italia-Inghilterra, match valido per il primo turno dei Sei Nazioni 2018. Ad allenare le azzurre una vecchia conoscenza del rugby reggiano, Andrea Di Giandomenico.

LE AZZURRE IN CAMPO
In campo, alla guida dell’Italdonne nel Torneo più prestigioso d’Europa ci sarà Sara Barattin, azzurra in attività di più lungo corso (ha esordito nel 2005) che con le sue 77 presenze è la terza atleta con il maggior numero di “caps”, affiancata dalla veterane Manuela Furlan, sua compagna di squadra anche nel Villorba, e Lucia Gai, migrata nel club francese dello Stade Rennais che con l’Italia Femminile hanno esordito nel 2009. Sono, invece, otto le esordienti inserite nel gruppo azzurro: Bianca Maria Coltellini, flanker del Gloucester Hartpury (Inghilterra), Arianna Corbucci mediano di mischia nel Frascati Rugby Club 2015, Chiara Maria D’Apice tallonatore, così come il fratello Tommaso, nel Montevirginio Mini Rugby, Giordana Duca, seconda linea del Frascati R.C. 2015, Giorgia Durante, pilone del Montebelluna Rugby 1977 (in campionato gioca con il Benetton Treviso), Giada Franco, terza linea del Colorno Rugby, Michela Merlo, pilone del Rugby Mantova (in forza al Rugby Colorno) e Miriam Pagani tre quarti centro del Rugby Como che nella massima divisione italiana, la Serie A, gioca con il Rugby Monza 1949.

LE PAROLE DEL COMMISSARIO TECNICO
“Ripartiamo con un gruppo molto giovane – le parole di Andrea Di Giandomenico – rinnovato dopo il Mondiale dello scorso agosto in Irlanda. Abbiamo visionato molti giovani talenti negli ultimi mesi ed avuto modo di fare delle verifiche in occasione del Test Match di novembre contro la Francia che hanno fornito ottimi spunti sui cui lavorare. Siamo consci che nel 6 Nazioni è necessari innalzare la qualità delle nostre prestazioni ma siamo fiduciosi poiché abbiamo lavorato bene per preparare il Torneo”.

INFO E BIGLIETTI
La macchina organizzativa, che vede in primo piano il Rugby Reggio affiancato dalla federazione nazionale e dalle istituzioni locali (Regione Emilia Romagna, Comune di Reggio Emilia, Fondazione dello Sport), si è già messa in moto.
E’ possibile acquistare i biglietti tramite la piattaforma “Ciaotickets” sia sul web (www.ciaotickets.com) che nei punti vendita abilitati su tutto il territorio nazionale.
Proprio per la grande portata dell’evento e il prestigio di una manifestazione storica come il “Sei Nazioni”, il comitato organizzatore ha deciso di fissare prezzi per i biglietti d’ingresso alla portata di tutti: 10 euro intero, 5 euro per gli under 20, 1 euro per gli under 16, gratuito fino ai 6 anni. Prevista anche la formula VIP a 30 euro con la possibilità di partecipare al banchetto ufficiale allestito per l’occasione allo stadio.


Lascia un commento