Ultimo aggiornamento : 15 Ott 2021, 8:25

Castello di Bianello, un 2016 con grandi numeri

3 Feb 2017, 11:55 | Attualità News Spettacoli | Scritto da : Reporter

Castello di Bianello, un 2016 con grandi numeri

Il borgo matildico castellese si conferma in crescita attirando turisti da tutta Italia
Il 18 marzo il via alla stagione 2017. In programma una mostra sui castelli matildici

Un 2016 all’insegna della crescita.

Ancora una volta il Castello di Bianello fa registrare numeri in controtendenza rispetto al panorama turistico provinciale con un incremento sotto tutti i punti di vista: giorni di apertura, eventi, visitatori, turisti, scolaresche, incassi. Un’ulteriore conferma della scelta operata qualche anno fa dal Comune di Quattro Castella, proprietario del bene, di dare vita una gestione pubblico-privata di castello, borgo e oasi naturalistica.
In tutto sono stati 10.872 i visitatori, ben 2.972 in più rispetto ai 7.900 del 2015. A questi vanno poi aggiunti i numerosi visitatori dell’Oasi Lipu e della Confraternita dell’Aceto balsamico.
NONOSTANTE LA REGIONE
Soddisfatto il sindaco di Quattro Castella Andrea Tagliavini. “In una provincia ancora alla ricerca di un piano organico che rilanci la proposta turistica, noi salutiamo questi risultati con soddisfazione – commenta Tagliavini – A Quattro Castella il turismo è in crescita. Segno che la scelta effettuata qualche anno fa si sta rivelando vincente grazie anche e soprattutto alla professionalità e competenza degli attori privati che, insieme al Comune, offrono una proposta variegata di offerte che spazia dall’enogastronomia alla natura, dagli eventi alle iniziative per le scuole, dai convegni allo sport. Peccato che la Regione Emilia Romagna non abbia deciso di cofinanziare il progetto Mab Unesco presentato insieme agli amici di Torrechiara un anno fa perché ora saremmo di fronte ad una svolta turistica senza precedenti, purtroppo ciò non è avvenuto. Ma noi andiamo avanti e i numeri ci danno ragione”.

SI RIPARTE CON UNA MOSTRA
“Questi risultati – aggiunge l’assessore alla cultura del Comune di Quattro Castella Danilo Morini che lunedì sera ha illustrato i dati in Commissione consigliare – sono il frutto di un lavoro di coordinamento e sinergia svolto dai soggetti coinvolti con la regia del Comune. Una partnership che contiamo di migliorare e incrementare già dalla nuova stagione in partenza il prossimo 18 marzo. I dati dimostrano che abbiamo invertito la tendenza che vedeva in calo il numero delle presenze nel mese di settembre. Bene così, ora ci occuperemo dei mesi di luglio e agosto per i quali stiamo elaborando un calendario di eventi e ulteriori motivi di interesse per salire a visitare il nostro splendido borgo matildico. In estate avremo anche una interessante mostra sui castelli matildici con materiali provenienti dalla collezione personale di Giuliano Grasselli”.

NUMERI DA RECORD
Nel dettaglio, la stagione appena conclusa ha fatto registrare un aumento di visitatori provenienti da Reggio e provincia: 5.346 rispetto ai 4.357 dell’anno precedente.
In aumento anche la provenienza da fuori provincia e regione segno che il Bianello comincia a farsi scoprire e conoscere anche oltre i confini matildici: 119 i visitatori dall’estero, mentre per quanto riguarda le regioni italiane sono stati 453 i visitatori dalla Lombardia, 213 dal Veneto, 78 dal Piemonte 46 dalla Liguria, e altri 136 dal resto d’Italia. In aumento anche il flusso di turisti dalla regione con 2.219 turisti da Modena e provincia in visita al Bianello (erano 752 nel 2015), 996 da Parma, 489 da Bologna, 369 da Ferrara e 327 dalle province romagnole.
In aumento anche la visibilità e i riscontri economici per tutti gli operatori coinvolti: Comune, Idea Natura, Ristorante Il Bianello, Cooperativa Anni magici, Oasi Lipu e Confraternita dell’aceto balsamico.

 


Lascia un commento