Ultimo aggiornamento : 16 Nov 2021, 9:40

Bentornato HIGHLANDER!

12 Gen 2017, 13:06 | Attualità News Sport | Scritto da : Reporter

Bentornato HIGHLANDER!

A 40 anni suonati Kaukenas torna sul parquet: “Consideratemi un giovane esordiente!”

E’ durato solo sei mesi il periodo di lontananza dai parquet di Rimantas Kaukanes. Il campione lituano ha infatti deciso di tornare sui suoi passi e riprendere l’attività agonistica abbandonata all’indomani dello scorso campionato. Torna dove aveva finito Rimas. In via Guasco dove ri-esordirà in maglia biancorossa il prossimo 22 gennaio contro Caserta.
A presentarlo nei giorni scorsi, nella sede della Pallacanestro Reggiana, c’erano l’amministratore delegato Alessandro Dalla Salda e il direttore dportivo Alessandro Frosini: “Possiamo dire di esserci persi di vista solo per 6 mesi, noi abbiamo rispettato la sua scelta anche se abbiamo fatto molta fatica a digerire il suo addio al basket. Quando ci si è prospettata la possibilità di un suo ritorno non ci siamo fatti scappare l’occasione di riaverlo tra noi. Con lui ci sentiamo più forti, abbiamo raggiunto traguardi importantissimi , abbiamo disputato campionati di altissimo livello e grazie alla sua esperienza tutti i giocatori al suo fianco sono migliorati e cresciuti. Da Rimas ci aspettiamo che aiuti la squadra con la sua mentalità e le sue doti sul parquet in modo da ritrovare la propria forza e le caratteristiche che ha dimostrato di avere anche prima. Non dimentichiamo che, al di là di questo momento di difficoltà, siamo la quarta forza del campionato di serie A. Ci manca un po’ di continuità che speriamo Rimas ci aiuti ad ottenere”. Queste le parole di Rimantas Kaukenas: “Quella di ritirarmi è stata la decisione più difficile della mia vita, condizionata fortemente dai problemi alla spalla. Ho continuato ad allenarmi e da due mesi mi sento molto bene. Mi è tornata l’idea e la voglia di ricominciare. Ho tanta voglia di giocare, mi mancano le emozioni dello spogliatoio, delle partite e dei tifosi. Sento il fuoco dentro. Oggi sono un rookie, devo capire come funziona la squadra: non sono qui per rompere equilibri, i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro e tracciato una strada. Cercherò di dare il mio supporto al processo di crescita del gruppo”.


Lascia un commento