Ultimo aggiornamento : 16 Nov 2021, 9:40

AVANTI MAX!

4 Giu 2017, 12:30 | Attualità News Sport | Scritto da : Reporter

AVANTI MAX!

La Grissin Bon riparte da Menetti, Cagnardi e Frosini

Se rivoluzione sarà, allora vedremo tanti volti nuovi sul parquet. Perché in panchina la Pallacanestro Reggiana del 2017-2018 avrà ancora lo stesso staff tecnico. A cominciare da Max Menetti e Devis Cagnardi rinnovati alla guida tecnica per un altro biennio. Così anche per Alessandro Frosini, il direttore sportivo. Una scelta razionale che conferma la serietà di una società capace di non prendere decisioni affrettate sull’onda emotiva del momento che, dalle parti di via Guasco, fluttua spesso con facilità tra i poli dell’entusiasmo e della depressione.
“Siamo molto soddisfatti di aver trovato un accordo con Alessandro e Max – ha dichiarato l’Amministratore Delegato della Pallacanestro Reggiana Alessandro Dalla Salda – che ormai possiamo considerare nostri uomini franchigia, viste le tante stagioni trascorse da entrambi in biancorosso. Con loro abbiamo un rapporto eccezionale ed attraverso un’ampia analisi sul lungo periodo abbiamo ritenuto fosse corretto dare continuità al buon lavoro svolto fino ad ora”. Stesso tenore le parole con cui Frosini ha poi annunciato il rinnovo del vice di Menetti.
“Sono orgoglioso di poter continuare il mio percorso professionale all’interno della Pallacanestro Reggiana – queste le parole di Alessandro Frosini – mi sento ormai legato a questa società dopo tanti anni trascorsi insieme. Sono pronto a ripartire con rinnovate motivazioni per una nuova sfida professionale che considero molto stimolante. Ringrazio per la fiducia accordata Patron Landi, il Presidente Ferrarini e l’AD Dalla Salda”.
“Dare seguito allo stupendo cammino vissuto in questi anni mi rende felice ed emozionato – ha commentato coach Max Menetti – Riparto quindi con grande carica per scrivere insieme nuove pagine di questa storia, ancora più belle ed emozionanti, ponendo come base della ripartenza il trasmettere alla squadra lo spirito che ci ha sempre reso unici e condotto a grandi soddisfazioni”.

IL COMMENTO: FATTA LA SCELTA MIGLIORE
Sono incredibili. I tifosi ed “espertoni” di pallacanestro della nostra città non finiscono mai di stupirci. Per loro, l’unica causa del fallimento (parziale) del campionato della Grissin Bon, era seduta sulla panchina. O, qualche metro più in là, sulla sedia vicino al tavolo dei direttori di gara. Max Menetti, l’allenatore più vincente di sempre del basket reggiano addirittura tacciato di “incapacità”, “mancanza di polso”, mentre Frosini sarebbe capace solo di trovare americani “bolliti” o inadatti al gioco della squadra reggiana. Purtroppo i social network, in questo caso, giocano a favore degli “urlatori”, secondo cui Menetti andrebbe sostituito con allenatore più preparati. Fino a qui, si rimane nel contesto del giudizio soggettivo, il basket è bello anche per questo. Noi riteniamo che Menetti sia uno dei tre migliori allenatori italiani (gli altri due sono Messina e Trinchieri), ma rispettiamo chi non la pensa come noi. Però, i contestatori a questo punto dovrebbero provare a convincerci proponendo altri nomi. Se ne sono sentiti un paio in queste settimane. Da Esposito a Bucchi (Bucchi!!!!!), da Pancotto a Buscaglia, passando per il ritorno di Fioretti. Beh, se queste sono le alternative gradite alla piazza, non bene, ma benissimo hanno fatto Landi, Ferrarini e Dalla Salda nel ragionare “di testa” e non “di pancia” dando fiducia allo staff tecnico a cui in estate verrà affidato nuovo materiale umano da plasmare. Già, perché certi giocatori hanno decisamente esaurito il loro ruolo e la loro utilità in via Guasco. C’è bisogno di aria nuova, di gente con la voglia di emergere e combattere. Anche perché, la notizia più dolce per la Pallacanestro Reggiana è arrivata all’indomani dell’uscita prematura dai play off con la decisione di assegnare ai biancorossi un posto nella prossima Eurocup. Onestamente, se ci avessero chiesto di scegliere tra Gara4 e l’Eurocup, noi avremmo scelto la seconda opzione. Che sa tanto di compensazione per il pasticcio dell’estate scorsa. Ma che consente alla società biancorossa di non deporre le armi e approcciare con ottimismo la prossima stagione. (g.c.)


Lascia un commento