Ultimo aggiornamento : 15 Ott 2021, 8:25

“Al countabàll”, si ride in dialetto al Corso di Rivalta

23 Ott 2015, 16:15 | Attualità News Spettacoli | Scritto da : webrep

“Al countabàll”, si ride in dialetto al Corso di Rivalta

Sul palco del teatro parrocchiale una compagnia modenese per la XXV rassegna

La XXV Rassegna di Teatro Dialettale e Musicale del Corso di Rivalta prosegue con “Al countabàll”, commedia scritta e diretta da Massimo Zani. I tre atti andranno in scena sabato 24 ottobre alle 21.15, e saranno interpretati dalla compagnia Gli Artristi di San Cesario sul Panaro (MO), ovvero Guglielmo Gamberi, Elide Marchetti, Marica Zoboli, Fabrizio Stanzani, Leonardo Greco, Athos Marchesini, Marisa Vignali, Paolo Caffarri, Sandra Rossi, Francesco Brighetti e Barbara Padovan. Lo spettacolo divertirà con le avventure di Renzo Pagliai, ex negoziante arricchito che si è ritirato in campagna, dove conduce una doppia vita: quella di onesto padre di famiglia e di viveur nei locali più alla moda di Bologna. L’uomo inventa storie assurde per nascondere la verità, creando una serie di menzogne alle quali la moglie Clara crede ciecamente e di cui il play-boy si vanta spesso con gli amici. I racconti delle sue “imprese” sono talmente coinvolgenti da convincere una vecchia conoscenza a seguirne l’esempio, con l’obiettivo di assaporare quel senso di libertà regalato dalle – seppur brevi – parentesi di piacere e di allontanamento dalle responsabilità del quotidiano. La consorte del nuovo “discepolo” si accorgerà subito della situazione e la affronterà con fermezza, mentre Renzo inciamperà nelle proprie bugie e sarà coinvolto in un turbinio di eventi sfavorevoli. Questi ne mineranno la posizione e lo faranno entrare in una gigantesca spirale di momenti tanto grotteschi quanto esilaranti, che coinvolgeranno tutti i personaggi con cui si relaziona nello sviluppo della commedia. Sulla scena da oltre vent’anni, la compagnia “Gli Artristi” animerà il secondo spettacolo della Stagione 2015-2016 del Corso, di cui “Al countabàll” costituisce la prima proposta in abbonamento. Ciascun attore del gruppo sancesarese, quindi, è un potenziale Premio Simpatia, il titolo che consente di accedere direttamente al concorso Il Simpaticissimo. Il riconoscimento è assegnato sommando il voto scritto, anonimo e volontario che i singoli spettatori sono invitati a esprimere al termine di ogni rappresentazione in abbonamento, compilando la scheda di valutazione e gradimento distribuita prima del “buio in sala”. L’interprete con il maggior numero di preferenze tornerà sul palcoscenico di Via Sant’Ambrogio per sfidare gli altri nove eletti delle relative commedie legate a Il Simpaticissimo 2016, che sarà decretato da una pacifica lotta all’ultimo sketch. Tale gara è giunta alla sedicesima edizione e, come di consueto, darà vita all’omonima iniziativa a ingresso gratuito con cui, domenica 20 marzo, si concluderà il cartellone rivaltese, che, ancora una volta, è realizzato grazie al prezioso sostegno di numerosi esercizi del territorio. La prossima serata dedicata alle risate dialettali sarà sabato 31 ottobre, quando la Compagnia “Qui di Laghett e d’la Seda” presenterà – sempre in abbonamento – “Al pendoler”, tre atti di Vittoriano Occhiali adattati e diretti da Luciano Spallanzani.